Esportare il vino italiano in Giappone

Palazzo Banca d’Alba, giovedì 27 novembre ore 9.30: seminario formativo di Isao Miyajima, uno dei massimi esperti di vino in Giappone.

Seminario formativo rivolto alle piccole e medie aziende del settore vitivinicolo piemontese. Intervento di Isao Miyajima, uno dei massimi esperti di vino in Giappone.

Palazzo Banca d’Alba, giovedì 27 novembre ore 9.30

Il Giappone, essendo il quarto importatore di vino al mondo in termini di valore, è un mercato interessantissimo per i nostri produttori: il PIL pro capite è molto più alto di quello italiano, pertanto la capacità di spesa dei giapponesi è piuttosto elevata.

I consumatori sono decisamente preparati in tema di vino, amano conoscere la storia che sta dietro a una bottiglia e sono particolarmente aperti alle novità, ma sono anche assai esigenti ed è per questo che le strategie promozionali devono essere calibrate con grande attenzione e consapevolezza.

Banca d’Alba  e il Consorzio I Vini del Piemonte hanno dunque deciso di organizzare un seminario tenuto da Isao Miyajima, giornalista considerato fra i massimi esperti di vino nel Paese del Sol Levante, che farà il punto con le aziende interessate ad approfondire la conoscenza del mercato giapponese, sul quale è necessario saper agire con altissima professionalità.

L’incontro si terrà giovedì 27 novembre 2014 dalle 9.30 alle 12.30 presso la Sala Convegni del Palazzo Banca d’Alba di Via Cavour 4 ad Alba e sarà aperta a tutte le aziende vinicole piemontesi: la partecipazione è gratuita ma l’iscrizione è obbligatoria compilando il form in fondo alla pagina.

Nel corso della mattinata interverrà anche il direttore del Consorzio I Vini del Piemonte Daniele Manzone, che illustrerà i trend delle vendite del vino sui vari mercati esteri, soffermandosi sull’importanza e sulla complessità del mercato Giapponese, e fornirà alcune indicazioni utili per affrontare con successo fiere ed eventi di promozione.

«Se pensiamo alle difficoltà legate alla crisi economica che ogni giorno molte imprese vinicole devono affrontare e alla concorrenza sempre più agguerrita dei paesi concorrenti, ci rendiamo conto non solo di quanto sia fondamentale continuare a investire nella promozione all’estero, ma soprattutto dell’importanza di investire bene, utilizzando al massimo le risorse di cui disponiamo – afferma Andrea Faccio, presidente del Consorzio I Vini del Piemonte. Ogni mercato ha le sue regole e peculiarità e noi dobbiamo diventare sempre più bravi ad anticiparne le richieste, imparando ad acquisire le informazioni necessarie per affrontare i vari mercati nel modo più appropriato, ed è per questo che quest’anno abbiamo avviato un ciclo di incontri formativi per i nostri consorziati e in futuro puntiamo ad implementare ulteriormente questo servizio». 

«Questo evento rientra nel progetto “Banca d’Alba al fianco delle imprese”, partito due anni fa con lo scopo di sostenere lo sviluppo delle aziende del territorio, fornendo loro gli elementi per meglio comprendere i mercati con cui sono chiamate ogni giorno a cimentarsi o facendo emergere parametri di valutazione sulla validità dei vari mercati e le opportunità che offrono – spiega Alessandro Magliano, Direttore Commerciale Banca d’Alba. Conosciamo il mercato giapponese e vediamo aumentare sempre più le transazioni economiche con questo mercato che risulta essere molto appetibile per le nostre aziende ma anche molto complesso».

Vi informiamo che le iscrizioni sono chiuse

I Vini del Piemonte
Via Cavour 26/A, 12060 Castiglione Falletto (CN)
Tel. +39 0173 787166, Fax +39 0173 328048
CF / P Iva: 03348050042, info@ivinidelpiemonte.com

Campagna finanziata ai sensi del reg. UE n. 1308/2013
Campaign financed according to EU regulation no. 1308/2013

Privacy Policy