03/03/2014
Oslo

Barolo & Friends in Norvegia: buona la prima!

Ottimo riscontro a Oslo per i Vini del Piemonte, che lunedì 3 marzo 2014 si sono presentati al pubblico norvegese per la prima edizione del Barolo & Friends Event nel paese scandinavo.

La Norvegia ha un’importanza straordinaria per i produttori piemontesi. Intanto perché è uno dei pochi mercati al mondo, fra i principali paesi importatori di vino, in cui l’Italia straccia letteralmente i cugini francesi: secondo i dati del 2013, infatti, il nostro paese occupa attualmente il primo posto per quanto riguarda il consumo di vino rosso, con 17,4 milioni di litri importati contro i 5,4 della Francia (a conferma di quanto il nostro “Bel Paese” è amato e apprezzato in Scandinavia). In particolare, tra le regioni italiane è proprio il Piemonte il leader delle vendite, grazie al successo di questi ultimi anni del grande rosso piemontese: il Barolo!

Per comprendere l’importanza strategica di questa missione dei piemontesi ad Oslo bisogna tenere conto del fatto che negli ultimi quindici anni la Norvegia è stata investita da una vera e propria rivoluzione dei costumi e delle abitudini, che ha favorito il consumo di vino a scapito della birra e che oggi è – per il vino di eccellenza – uno dei mercati al mondo tra i più importanti, soprattutto se si considera l’altissima capacità di spesa dei consumatori (la Norvegia, da quando ha scoperto il petrolio a poche miglia dalle sue coste, è diventata uno dei paesi più ricchi del pianeta e uno dei pochi dove la crisi economica non ha inciso negativamente sul reddito dei cittadini). Infine è opportuno ricordare che consumatori scandinavi in generale sono tra i più preparati per quanto riguarda la conoscenza del vino e di tutto ciò che sta “dietro al mondo del vino”.

Come conferma Lars G Rein-Helliesen, partner del Barolo & Friends Event di Oslo, nonché opinion leader con oltre 15 anni di esperienza come manager e sommelier nel settore ristorazione, co-fondatore e socio una delle aziende di importazione di vino italiano più importanti della Norvegia: «le importazioni di vino italiano in Norvegia sono più che raddoppiate rispetto a quindici anni fa, ma c’è ancora del potenziale di crescita in termini di volumi, di sviluppo a livello regionale e di varietà di prodotto. Il punto di forza dei vini italiani – sottolinea Rein-Helliesen – è il terroir, il segno distintivo che ogni produttore lascia al proprio vino. Inoltre, dal momento che in Norvegia non è consentita la pubblicità degli alcolici, per avere successo su questo mercato è molto importante poter contare su un buon partner commerciale, ma il requisito fondamentale è la capacità di offrire prodotti di assoluta qualità a prezzi competitivi, e in questo i produttori italiani – e piemontesi in particolare – non hanno rivali!».

L’Italia, inoltre, è molto apprezzata dai norvegesi anche come mèta di vacanze e la possibilità di reperire vino italiano di qualità nel proprio paese è molto gradita ai norvegesi, perché in questo modo possono ritrovare quella combinazione di storia, arte e gusto che hanno sperimentato durante il loro viaggio.

Considerate dunque le grandi potenzialità di questo mercato, lunedì 3 marzo 2014 il Consorzio “i Vini del Piemonte” ha portato ad Oslo una pattuglia di venti produttori per la prima edizione del Barolo & Friends Event, che si è tenuto presso il foyer del teatro Det Norske Teatret.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con Michel Shah, consulente di marketing specializzata nella promozione dei vini italiani sui mercati esteri, ed era suddiviso in due momenti distinti, uno rivolto ai professionisti e uno per il pubblico di winelover norvegesi.

Il consorzio ha inoltre predisposto una degustazione specifica per i rappresentanti del Vinmonopolet, il monopolio norvegese, in regola con le severe norme locali in materia di promozione del vino. Il monopolio norvegese è stato il vero propulsore del cambiamento dei consumi di vino,  con la modifica delle norme avvenuta nel 1996 che ha consentito a ristoranti e aziende di importare il vino, determinando una svolta epocale nella ristorazione norvegese, che ha peraltro raggiunto livelli qualitativi molto elevati.

Programma

ore 10.30 / 16.30: Workshop rivolto in via esclusiva ai professionisti (trader, Ho.Re.Ca., importatori, rappresentanti del monopolio, sommelier e giornalisti specializzati del settore enogastronomico e turistico).

ore 16.30 / 19.30: Sessione aperta in via esclusiva al pubblico di winelover, con il coinvolgimento delle associazioni di sommelier e dei wine club norvegesi (le uniche realtà in grado di promuovere il vino in Norvegia, dove è vietata la pubblicità degli alcolici).

Seminari

Ore 9.00: Seminario di approfondimento sul mercato del vino in Norvegia rivolto in via esclusiva ai produttori presenti all’evento

Ore 11.00: Seminario di approfondimento “Il Nebbiolo, l’evoluzione di un grande vitigno”, rivolto in via esclusiva ai professionisti del settore: presentazione di una selezione di annate di Nebbiolo di produttori e zone diverse precedenti al 2004, condotto (in inglese) dal presidente del Consorzio “i Vini del Piemonte” Andrea Faccio e da Lars G Rein-Helliesen, co-fondatore e socio di Gaia Wine & Spirits.

Ore 10.30 / 16.30: Approfondimento rivolto ai rappresentanti del monopolio norvegese, che avranno la possibilità di degustare i vini piemontesi  in uno spazio a loro dedicato.

Produttori

Produttori di Govone – Govone (CN)
Azienda Agricola Accornero Giulio e Figli – Vignale Monferrato (AL)
Antica Cascina dei Conti di Roero – Vezza d’Alba (CN)
Monchiero – Castiglione Falletto (CN)
Dosio – La Morra (CN)
Villa Giada s.a. – Canelli (AT)
Ciabot Berton – La Morra (CN)
Tenuta L’Illuminata – La Morra (CN)
Cantina Terre del Barolo – Castiglione Falletto (CN)
Grasso Fratelli – Treiso (CN)
Malvirà – Canale (CN)
Palladino – Serralunga d’Alba (CN)
Michele Chiarlo – Calamandrana (AT)
Piedmontop – Guarene (CN)
Clerico – Monforte d’Alba (CN)
Poderi Roset – Verduno (CN)
Anselma Giacomo – Serralunga d’Alba (CN)
Drocco Luigi Az. Agricola – Alba (CN)
Cordero di Montezemolo – La Morra (CN)
Rivetti Mario Az. Agricola – Alba (CN)

I Vini del Piemonte
Via Cavour 26/A, 12060 Castiglione Falletto (CN)
Tel. +39 0173 787166, Fax +39 0173 328048
CF / P Iva: 03348050042, info@ivinidelpiemonte.com

Campagna finanziata ai sensi del reg. UE n. 1308/2013
Campaign financed according to EU regulation no. 1308/2013

Privacy Policy